Home

Buone Letture



 Il futuro Bruciato
Così ci uccidono

La casta dell'acqua
 

Learn to See Like an Artist How level is https://www.levitradosageus24.com/ buy online securely brand viagra a line?

Colleferro: Tariffe Acqua Illegittime

Versione stampabileInvia a un amicoVersione PDF
Comunicato Stampa Retuvasa
Colleferro: Tariffe Acqua Illegittime
 

Nell’Ottobre 2010 la Rete per la Tutela della Valle del Sacco ha segnalato delle incongruenze relative agli aumenti sulla tariffa dell’acqua applicati dal gestore Italcogim Spa.
Infatti, mentre sul sito del Comune di Colleferro  si leggeva che le  tariffe per il servizio idrico per l’anno 2010 sarebbero rimaste  invariate rispetto a quanto stabilito dalla deliberazione del Consiglio Comunale n.10 del 28.2.1994, Italcogim inviava le bollette per il primo semestre 2009 con vistosi aumenti:

 
per la tariffa agevolata un aumento di circa il 15% (da 0,323818 a 0,38736000);
per la tariffa base un aumento di circa il 20% (da 0,510775 a 0,61222500).
 
Nella lettera che accompagnava la bolletta, Italcogim SpA  informava inoltre gli utenti, che non sarebbe stato più richiesto il minimo impegnato, ovvero  un quantitativo di acqua che ogni utente è obbligato a pagare qualunque sia il consumo reale, balzello dichiarato illegittimo dal CIPE fin dal 2001 (chissà se saremo mai risarciti per questi 10 anni di tassa ingiustamente pagata).
 
Leggendo il contratto stipulato tra Comune e Italcogim nel 1994 si scopre che, a fronte di una proposta di revisione tariffaria da parte della ditta fornitrice, è il Comune ad avere l'ultima parola, avallando, se d'accordo, gli aumenti attraverso una propria delibera. Ma da verifiche effettuate nei documenti on-line sul sito del Comune di Colleferro non risulterebbe nessuna delibera in proposito.
 
Ancora oggi siamo in attesa di risposte credibili da parte del Comune di Colleferro che sta verificando da alcuni giorni, dopo l’ennesima richiesta di chiarimenti, l’attendibilità delle osservazioni sollevate da noi privati cittadini, per valutare se ci sono state irregolarità nella modalità utilizzata da Italcogim SpA nell’aumento del costo dell'acqua.
 
Se i controlli dovessero dare torto ad Italcogim SpA ci troveremmo di fronte ad una situazione alquanto grave: un'azienda privata, contravvenendo al contratto, avrebbe aumentato indebitamente il costo del bene essenziale per eccellenza, l'acqua.
D'altra parte il controllore, il Comune, non solo non avrebbe fatto il proprio dovere ma non si sarebbe mai degnato di offrire la minima spiegazione a chi legittimamente  chiedeva conto dei fatti.
Allora, quale garanzia di trasparenza ed efficacia gestionale possiamo attenderci da un privato attento primariamente a fare soldi e da un pubblico che dal lontano 1994 ha abdicato alle sue prerogative di amministratore dei beni pubblici svendendo l'acqua ai privati?
Si, perché il privato di soldi ne mette ben pochi quando si tratta di investire nelle infrastrutture idriche: ad esempio, nell’elenco  annuale delle opere 2010 del Comune di Colleferro  si legge che per fognature e acquedotto il Comune ha stanziato 1.000.000 di euro. E qui siamo alle solite: si  privatizzano gli utilisi pubblicizzano i costi.
 
A giugno saremo chiamati a decidere se lasciare l’acqua agli appetiti dei privati o riportarla nelle nostre mani, attraverso una gestione pubblica e partecipata: i fatti sembrano indicare meglio di ogni altra argomentazione la scelta migliore da fare. In questo caso come per Acqua Latina ad Aprilia o ACEA a Frosinone vediamo il privato usare ogni strumento per lucrare sui bisogni primari di ogni persona.
Abbiamo visto le amministrazioni -nella migliore delle ipotesi- essere incapaci di  rappresentare i reali bisogni dei cittadini e potremmo parlare all’infinito anche della vicenda del consorzio Gaia.
L’unica alternativa credibile è la gestione pubblica dell’acqua, dei servizi sotto il controllo vigile dei cittadini, dotati degli strumenti giusti per farlo.
 
 
Valle del Sacco, Colleferro – 09.03.2011

Ufficio Stampa Retuvasa       
 

AllegatoDimensione
CS_Retuvasa_Colleferro_Tariffe Acqua_090311.pdf48.53 KB

VIDEOTECA VALLE DEL SACCO

Community

                                                 
                                   

         

 

Osservatorio PM10

Emissioni Valle del Sacco

Retuvasa on the web