Anagni, replica al Dott. Francesco Borgomeo