Home

Buone Letture



 Il futuro Bruciato
Così ci uccidono

La casta dell'acqua
 

Learn to See Like an Artist How level is https://www.levitradosageus24.com/ buy online securely brand viagra a line?

Aeroporto di Frosinone, grandi manovre e tanta confusione

Versione stampabileInvia a un amicoVersione PDF
               
AEROPORTO DI FROSINONE, IL PUNTO
(news in continuo aggiornamento)
Ultimo inserimento 10.05.11: Scalia commenta soddisfatto la firma della VAS

 

IANNARILLI FIRMA IL DOCUMENTO PER LA VAS
(MA IL PROCEDIMENTO APPARE POCO FONDATO, NDR RETUVASA)


La Provincia Fr 06.05.11 p.2
Antonello Iannarilli: "[...] Ho firmato la valutazione ambientale [...] perché, come più volte avevo già detto, si tratta di un atto dovuto, e, comunque, era opportuno da parte mia, subentrato nella vicenda già iniziata da altri, effettuare alcune verifiche. Tengo a sottolineare, inoltre, che ulteriori verifiche restano da fare. Per esempio se esista un contrasto tra la delibera in itinere con la delibera regionale n. 234 del 7 aprile 2009. Nel verbale del CDA della Società Gestione aeroporto Frosinone del 21 aprile 2009 (riunione nella quale tra l'altro risulta siano stati assegnati incarichi a trattativa diretta per 580mila euro sul presupposto dell'urgenza) che fa riferimento a quella delibera regionale, era fissato un termine di 6 mesi per lo svolgimento 'della VAS e delle attività di analisi e valutazione dell'inserimento economico e sociale del polo aeroportuale'. Orbene il termine fissato è venuto a scadere nel mese di ottobre 2009, il processo VAS è ancora in itinere e risulta avviato solo in data 11/14 settembre 2009. Dunque, in mancanza di una proroga, risulterebbe ipotizzabile un contrasto con quanto adottato dalla delibera regionale [...]".
Segue dichiarazione trionfale del presidente AdF Gabriele Picano secondo cui "la firma della VAS equivale al nulla osta ambientale",  così si chiude il procedimento ambientale e bisogna convocare subito la conferenza dei servizi. 
Anche per il presidente ASI Arnaldo Zeppieri ormai manca solo questo passo.

IL CAPITALE SOCIALE ADF

Il capitale sociale è attualmente fissato in Euro 4.627.350,00 ed è rappresentato da n. 462.735 azioni che sono così ripartite tra gli enti pubblici di seguito elencati:
  • Provincia di Frosinone n. 281.918 azioni;
  • Comune di Frosinone n. 26.754 azioni;
  • C.C.I.A.A. n. 124.995 azioni;
  • Consorzio ASI n. 27.716 azioni;
  • Comune di Ferentino n. 1.352 azioni.
  • (dal sito AdF 02.05.11)

La Provincia FR 29.04.11 p.2                                                                                                                
di Alessandra Celani
La Regione Lazio sottoscrive la quota del capitale sociale dell'Adf spa, assumendosi così l'impegno di spesa di euro 1.350.000,00. Tradotto per i non addetti ai lavori: l'Aeroporto si farà. Sempre la Regione Lazio, con il medesimo atto, ha aderito al ‘Protocollo d'Intesa' per l'attuazione dell'Area Aeroportuale Intermodale di Frosinone. Vale a dire: Aeroporto, Interporto, Eliporto e Stazione Ferroviaria.
Ieri mattina la conferenza stampa convocata dal presidente della società Adf, Gabriele Picano che ha sottolineato l'importanza di questo momento. Al suo fianco l'ing. Alessandro Minotti e alcuni dei consiglieri del Cda. «Fino ad oggi - ha sottolineato Picano - c'era stato solo l'impegno finanziario da parte della Regione Lazio, ora c'è l'ingresso nel capitale sociale, con tanto di lettera protocollata, e questo ci permetterà di poter procedere speditamente nella realizzazione del progetto. Sempre nella lettera firmata dall'ing. Fabrizio Bernardo si conferma la sottoscrizione sempre da parte della Regione Lazio del protocollo d'intesa per l'attuazione dell'Area Aeroportuale Intermodale di Frosinone.
Per la lettera (pubblicata sul sito AdF) vedi allegato.

Il prossimo passo da compiere sarà la costituzione, nei prossimi giorni, di una cabina di regia presieduta dall'Adf spa e alla quale dovranno partecipare, i soci, la Regione Lazio e Rfi (Ferrovie dello Stato). La cabina di regia avrà il compito di rimodulare il progetto inerente la realizzazione dell'aeroporto commerciale. Tradotto in numeri si tratta di ridurre da 400 mila passeggeri a due milioni. Quindi il passaggio in conferenza dei servizi che nell'arco dei 90 giorni concessi dovrà approvare il definitivo. Contemporaneamente, anche se si tratta di un unico progetto (anche se ne ingloba tre), stiamo lavorando per l'eliporto e l'aeroporto leggero.
Per quanto concerne l'eliporto abbiamo chiesto all'Asi di procedere con l'esproprio dell'unico lotto rimasto adiacente l'Agusta, per poi partire con la gara pubblica per la realizzazione delle infrastrutture. Chiederemo alla Provincia di anticipare un milione e 400 mila euro dei 4 milioni e mezzo concessi dalla Regione Lazio. Mentre per l'Aeroporto leggero (solo per privati non di linea, una sorta di aereo taxi) che verrà realizzato lungo la pista del Moscardini, stiamo attendendo la risposta dell'Enac. Appena riceveremo la comunicazione partiremo con l'assegnazione del terreno. La Regione ha dato già il via libera al piano. Si tratta di un progetto di finanza per 30 milioni di euro. Diverse le richieste di privati locali che operano nel settore aeronautico, già pervenute».

IANNARILLI STA PER FIRMARE?
La Provincia FR 29.04.11 p.2

A smorzare gli entusiasmi dei presenti che hanno partecipato alla conferenza stampa, i cui contenuti riportiamo in apertura di pagina, la notizia legata alla questione Vas (Valutazione ambientale strategica), ovvero alla mancata firma, del documento, del presidente della Società di gestione Antonello Iannarilli.
A quasi un mese dalla consegna del documento nelle mani del presidente Iannarilli e a poco meno di due mesi dalla scadenza dei termini (entro giugno) per la presentazione definitiva delle carte, che dovranno essere accompagnate da quelle della variante, già pronte, ancora non si può ritenere la vicenda chiusa.
Questo pomeriggio, come ha annunciato il presidente dell'Adf Picano, fiducioso, il presidente Iannarilli firmerà il documento, nel corso dell'assemblea della Società di gestione. Sollecitato dallo stesso Picano, tramite lettera inviata lo scorso 11 aprile e dagli stessi consiglieri del Cda, Iannarilli non potrà certamente tirarsi indietro. Diversamente Picano, potrà, avendone i poteri per farlo, firmare il documento al posto di Iannarilli.
Una presa d'atto che Picano non vuole prendere assolutamente in considerazione, convinto che Iannarilli firmerà le carte, importanti per poter procedere con la realizzazione dell'Aeroporto. Diversamente si potrà dire che abbiamo solo giocato...
Ale. Cel.

...PARE LA PROSSIMA SETTIMANA. FRANCESCO SCALIA, SOSTEGNO A PICANO, MA HO FATTO TUTTO IO.
La Provincia FR 30.04.11 p.2

 
di Alessandra Celani
La prossima settimana il presidente della Società di gestione dell'Aeroporto Antonello Iannarilli firmerà il documento sulla ‘Valutazione ambientale strategica' (Vas). Un passaggio importante e necessario per poter dare il via al progetto. Il termine massimo per la presentazione definitiva delle carte, che dovranno essere accompagnate da quelle della variante al progetto (già pronte) è giugno. «Siamo nei tempi» - ha dichiarato Gabriele Picano, presidente dell'Adf spa, soddisfatto per aver approvato all'unanimità i bilanci di entrambe le società.
Anche il consigliere regionale del Pd Francesco Scalia (promotore del progetto) è intervenuto commentando la notizia annunciata da Picano. "Con piacere voglio dare atto al Presidente di Adf, della concreta volontà di portare a termine il progetto di realizzazione dell'Aeroporto. Debbo però fare qualche precisazione rispetto alle sue dichiarazioni.1. La Regione a guida centro sinistra -sicuramente all'esito di una mia dura battaglia- era favorevole alla realizzazione dell'aeroporto, tant'è che la volontà di entrare nel capitale sociale di Adf, oggi solo comunicata dagli uffici regionali, è stata deliberata con la legge di assestamento di bilancio dell'agosto del 2009, prevedendosi, su mia proposta, a tal fine lo stanziamento di 1.350.000 euro. Per amor di verità, bisogna anche ricordare che contro questo provvedimento votò il centro destra e che proprio Iannarilli impedì, nel settembre 2009 l'aumento di capitale che avrebbe consentito alla Regione di conferire la somma stanziata e divenire socio di Adf. 2- Il protocollo di intesa per l'"Attuazione dell'Area Aeroportuale Intermodale di Frosinone", che pare finalmente verrà sottoscritto dalle parti, è stato approvato -sempre su mia proposta- dalla Giunta Regionale a guida Marrazzo il 7 agosto 2009 con delibera n. 631. La stessa Giunta Regionale, a dimostrazione della volontà della Regione di realizzare l'aeroporto, aveva -ancora su mia proposta- localizzato l'opera a Frosinone con delibera n. 234 del 7 aprile 2009. 3-Non è vero che la conferenza di servizi abbia bocciato un anno e mezzo fa il progetto dell'aeroporto. Nella prima -ed unica- riunione del 28 ottobre 2009 (ho i verbali, per chi li volesse consultare) l'Enac e la Difesa fecero solo delle osservazioni, peraltro compatibili con la nostra richiesta di realizzare un aeroporto da 3 milioni di passeggeri. Quindi la Regione, che aveva convocato la conferenza di servizi, ha chiesto ai nuovi vertici di Adf ed alla Provincia di presentare le proprie osservazioni sui punti evidenziati. Da allora il più assoluto silenzio. Pertanto, la conferenza di servizi non si è mai conclusa e non ha bocciato alcunché! 4-I sottoprogetti relativi alla realizzazione dell'Eliporto e della pista per l'Aviazione Generale, con l'utilizzo dell'attuale pista in erba del Moscardini erano nello stato attuale già due anni fa, quando il Ministero della Difesa, su nostra richiesta, aprì al traffico civile la pista militare. Ha ragione, invece, Picano quando conferma che senza la pubblicazione della Valutazione Ambientale Strategica il procedimento di autorizzazione del progetto dell'Aeroporto non può andare avanti. Farebbe bene Picano a sostituirsi a Iannarilli in questo adempimento e, comunque, a convocare immediatamente i progettisti dell'aeroporto ed i redattori della variante Asi e della Vas per fare il punto sugli aspetti tecnici del progetto e sui successivi adempimenti. E' singolare che tali tecnici, che Picano conferma essere di chiara fama, in questi due anni non siano mai stati interpellati! Per parte mia - conclude Scalia - do la piena e totale disponibilità a collaborare, ricercando anche intese con i consiglieri regionali di centro destra eletti in provincia e con il Presidente Abbruzzese per l'approvazione della mia proposta di legge sugli aeroporti di interesse regionale".

- nuovo inserimento -
IANNARILLI: FIRMO IN SETTIMANA
Ciociaria oggi sabato 29.04.11 p.2
"[...] entro la fine della settimana prossima firmeràò la VAS. [...] grazie al nostro impulso il progetto può veramente decollare"


L'opinione di Eco della Rete

e di Benny Taormina (PD)

Altre notizie
DOMANI L'ASSEMBLEA DEI SOCI ADF
Il Tempo Fr 28.04.11

Luca Sergio FROSINONE «Non è vero che siamo fermi. Anzi, stiamo lavorando seriamente ma in silenzio, in perfetta sintonia con il presidente Antonello Iannarilli per raggiungere gli obiettivi strategici di sviluppo dell'AdF SpA». Reagisce con calma il giovane presidente della Società Aeroporto di Frosinone, Gabriele Picano, alle ricorrenti accuse di ritardo che provengono in particolare dall'ex presidente della Provincia Francesco Scalia, consigliere regionale del Pd. Con Picano facciamo un po' il punto della situazione, che espliciterà stamattina in un incontro con la stampa. Allora presidente, aeroporto, eliporto, valutazione dell'impatto ambientale, ingresso della Regione nella SpA: a che punto siamo? «Abbiamo convocato per domani (oggi, ndr) l'assemblea dei soci e in quella sede si farà chiarezza. Il presidente Iannarilli assumerà una posizione netta al fine di mettere in atto tutte le iniziative necessarie sul piano della legittimità sulla valutazione dell'impatto ambientale. Così dicasi per la Regione Lazio che a breve aderirà alla SpA e nominerà il proprio rappresentante in quel tavolo tecnico che avrà il compito di arrivare a un accordo di programma che riorganizzi il sistema infrastrutturale dell'area meridionale del Lazio avente come elemento baricentrico il futuro aeroporto frusinate e la stazione ferroviaria capace di sfruttare le potenzialità della Tav oltre che ottimizzare con metropolitane leggere i collegamenti con Roma e Napoli. Tale accordo di programma, concordato con Regione, Provincia, enti territoriali interessati e in particolare Rfi, potrebbe essere oggetto di finanziamento della Comunità europea, grazie all'attenzione sempre manifestata per il territorio sia dal commissario Tajani che dall'on. Pallone. Mi corre l'obbligo di evidenziare quanto di buono fatto dalla Provincia, in particolare dal presidente Iannarilli, nel cercare sinergie, sempre richieste dal mondo imprenditoriale, con Latina affinché Frosinone possa essere l'aeroporto del Lazio meridionale e nello stesso tempo possano nascere quei progetti infrastrutturali interprovinciali che permettano l'ottimizzazione dei collegamenti sia su ferro che su gomma tra il nostro territorio e la provincia pontina». È vero che l'aeroporto di Aquino passerà all'AdF? «Vedremo. Al momento abbiamo affidato a una società di revisione il compito di verificare se ci sono le condizioni per una nostra acquisizione». A che punto è la realizzazione della nuova stazione di Frosinone? «Ho incontrato il sindaco Marini con l'assessore Picchi e abbiamo convenuto di portare avanti il progetto».

Ultimissime 10.05.11: Scalia commenta soddisfatto la firma della VAS
FROSINONE - "Finalmente il Presidente Iannarilli ha deciso di firmare la Vas e si può riprendere il percorso per la realizzazione di un'infrastruttura che potrebbe garantire straordinarie prospettive di sviluppo per il nostro territorio!" Con queste parole Francesco Scalia, consigliere regionale del Partito Democratico ritorna sul progetto Aeroporto ed in particolare sulla questione Vas, valutazione ambientale strategica, un documento indispensabile per poter procedere con la realizzazione dell'Aeroporto, siglato nei giorni scorsi dal presidente della Provincia, Antonello Iannarilli. "La firma della Vas

è sicuramente un passaggio importante perché adesso si può andare avanti e convocare la conferenza dei servizi finalizzata proprio ad autorizzare il progetto Aeroporto". Il promotore del progetto dichiara di essere soddisfatto per l'ulteriore passo in avanti e conclude: " Ora si può procedere davvero con il progetto e mi auguro che si recuperi tutto il tempo perso".


 
AllegatoDimensione
comunicazione direzione trasporti ad AdF.jpg1.31 MB

VIDEOTECA VALLE DEL SACCO

Community

                                                 
                                   

         

 

Osservatorio PM10

Emissioni Valle del Sacco

Retuvasa on the web